Borsa Italiana, un tonfo dopo i freni della BCE

Giornata negativa per la nostra Borsa Italiana che, insieme alle sue sorelle europee, tira il freno dopo gli entusiasmi di ieri.

Ancora una volta a fare il bello e il cattivo tempo ci pensano i bancari che rimangono in attesa delle parole della BCE sulla valutazione degli attivi, tirano verso il basso il principale paniere della nostra Borsa.

In particolare, il Ftse Mib segna un ribasso dell’1,45% a 19.085 punti, il Ftse All Share segna un ribasso dell’1,38% a 20.200 punti mentre Mid Cap, Small Cap e Micro Cap perdono poco più di un punto percentuale.

Tra i titoli in ribasso segnaliamo STM con quasi sette punti in meno, Ubi Banca e Banca Pop Milano con tre punti in meno, e, infine, Banca Popolare e Intesa San Paolo con oltre due punti e mezzo percentuali in meno.

In verde, invece, troviamo Gtech con un punto e mezzo in più, seguita da Campari con il +0,84%.

 

 

Piera Scalise

Articolo scritto da Piera Scalise il 23/10/2013
Categoria/e: Borsa Italiana, Primo piano.



Lascia un commento

SpotLight

Collegati | Copyright 2010-2017 BorsaeFinanza.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655