Sei in Mutui

Mutui, aiuti e agevolazioni ecco le novit

mutui e prestitiTorniamo a parlare di mutui e decreti visto proprio quello approvato e che prevede la cancellazione dell’IMU e l’introduzione della Service Tax dal 2014, prevede anche agevolazioni e aiuti per tutte le giovani coppie e per coloro che hanno dei lavori atipici e non riescono ad avere un mutuo.

Secondo il portavoce del Governo, infatti, sembra che siano pronti 4,4 miliardi per ridare ossigeno al settore immobiliare e queste passa attraverso l’aiuto a quelle famiglie che non riescono ad accedere ai mutui.

Naturalmente la metà andranno a finire nelle tasche delle banche che in questo modo apriranno le porte per la concessione dei mutui non prima di aver erogato obbligazioni garantite da parte della Cassa depositi e prestiti.

Mutui, al via le richieste di sospensione rate

Una boccata d’ossigeno per tutte quelle famiglie che sono ormai sfinite sotto i colpi di tasse di ogni tipo e prezzo.

Quello che più pesa in questi tempi duri in cui, spesso e volentieri, si perde il lavoro senza  una seconda occasione, è il mutuo che esso sia decennale, ventennale o addirittura trentennale. Le cose per gli italiani non si sono ancora assestate ma le famiglie italiane potranno tirare un sospiro di sollievo a partire da oggi.

Tutti coloro che intendono chiedere la sospensione delle rate per il pagamento del mutuo possono farlo proprio a partire da oggi grazie al ritorno in operatività del Fondo di Solidarietà del Tesoro.

Mutui, i pi

mutui e prestitiTorniamo a parlare di mutui perchè, per chi ancora non se ne fosse accorto, quelli italiani sono i più difficili da ottenere e i più “cari” d’Europa.

I nostri leader pensano ad avvicinarsi all’Europa in molte cose ma non in quelle che farebbero davvero bene all’economia del nostro Paese.

Secondo gli ultimi dati della BCE, la banca Centrale Europea, sembra che il costo dei mutui in Italia sia più alto rispetto agli altri Paesi europei  con un tasso medio per un mutuo del 4,50% in Italia e del 3,35% negli altri Paesi europei.

Sembra, infatti, che i tassi siano in calo un pò ovunque ma non Italia dove si arriva a pagare oltre 4 punti e mezzo in confronto a Germania e Austria dove i tassi sono al di sotto del 3% o in Finlandia al di sotto dei due punti.

Ultimi articoli commentati

Ultimi articoli pubblicati


SpotLight

Collegati | Copyright 2010-2017 BorsaeFinanza.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655