Sei in Azioni

Fiat, realizzi in chiusura di ottava

La parola d’ordine per Fiat oggi sembra essere realizzi. Dopo i rialzi dei giorni scorsi, infatti, gli investitori preferiscono chiudere la loro posizione in chiusura di ottava onde evitare spiacevoli sorprese lunedì mattina.

Fiat perde terreno in borsa a causa di realizzi e adesso si corregge il tiro dopo i giorni di rialzo in cui il prezzo delle azioni ha toccato massimi dall’ agosto 2011. Il movimento è dovuto soprattutto alla possibile fusione con la controllata Chrysler.

A fare il cattivo tempo ci hanno pensato alcune nuvole all’orizzonte relative ai dati sulle immatricolazioni di auto in Europa e che hanno portato alla luce un nuovo ribasso dei volumi per un totale di circa il 10% per il gruppo italiano.

MPS, tagli del rating e fuga dai conti deposito

Va sempre peggio per Monte Dei Paschi di Siena, i suoi manager e gli investitori che hanno sempre creduto nel titolo dell’istituto senese. Dopo l’annuncio della perdita di oltre 3 miliardi, arrivano i primi tagli al rating.

In particolare, a destare maggiore allarme, è la decisione shock di Exane, broker di Bnp Paribas, che ha pensato bene di effettuare un taglio del 44% del target price sul titolo accompagnandolo da un giudizio di “underperform”.

Secondo Exane, l’istituto non potrà liberarsi del supporto dello Stato prima del 2019 e questo porterà alla mancanza dei pagamenti dei dividendi per questi 6 anni. A ruota sono arrivati anche i tagli di altri broker come Kepler (da 0,22 a 0,13 euro) e Deutsche Bank (da 0,18 a 0,15 euro).

Bulgari, 5 mld di imposte non dichiarate

Guai finanziari per il Gruppo Bulgari accusato dalla Guardia Di Finanza italiana di aver omesso diversi miliardi di imposte nelle dichiarazioni dei redditi ai fini Ires.

In particolare, sembra che le società che fanno capo al Gruppo abbiano omesso di dichiarare ai fini Ires ricavi per quasi 3 miliardi di euro e una base imponibile Irap di quasi 2 miliardi di euro nel periodo 2006-2011.

I dividendi sottratti indebitamente ammontano invece ad oltre 293 mln per un’evasione da parte della capogruppo Bulgari di oltre 46 milioni di euro in Italia. Proprio per questo i finanzieri del Comando Provinciale di Roma hanno già sequestrato beni immobili e disponibilita’ finanziarie  per un valore di oltre 46 milioni di euro accusando i vertici del gruppo di dichiarazione fraudolenta.

Ultimi articoli commentati

Ultimi articoli pubblicati


SpotLight

Collegati | Copyright 2010-2017 BorsaeFinanza.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655