Sei in Cambi e Valute

Euro, tonfo della moneta unica ai livelli del 2010

Una situazione generale che non lascia spazio a dubbi. Dopo il tonfo di Venerdì delle Borse anche oggi non siamo davanti ad una situazione migliore o poco positiva. Non solo le borse perdono terreno sotto i colpi di una raffica di vendite, soprattutto sui bancari, ma anche la moneta unica non fa meglio.

Sotto i nuovi timori per le situazioni di Grecia e Spagna, l’euro va sotto quota 1,21 dollari per la prima volta dal giugno del 2010. La moneta europea ora passa ora di mano a 1,2097 dollari (1,43 dodici mesi fa) con un calo di 15 punti percentuali.

Una soglia importante quella di 1 e 20 che se l’euro non saprà tenere potrebbe significare una caduta libera fino a 1,18 o addirittura ancora più giù.

Europa, la disoccupazione inglese ad un punto di svolta pericoloso

Il calo strutturale della disoccupazione inglese è ad un bivio storico. Dal 1984 la disoccupazione inglese è scesa strutturalmente dal picco del 12% ad un minimo del 4,7% del 2004.

Gli ultimi dati mostrano un tasso di incremento del 75% da quel minimo, essendo arrivati al 8.3%.

 Il punto però è un altro; come si vede dal grafico viene messa in discussione tutta la tendenza ribassista degli ultimi 30 anni, con un superamento del 8,5% che avrebbe impatti devastanti per l’occupazione inglese destinata progressivamente a risalire lasciandosi alle spalle il periodo di limbo del 2009-2011, quando le politiche quantitative della Bank of England hanno tamponato l’emorragia di posti di lavoro.

Cambi e Materie Prime: Dollaro scende, petrolio sale

Il dollaro è caduto contro la maggior parte delle valute importanti oggi, con l’eccezione dei dollari canadesi (vedi tabelle forex sotto). Oro e petrolio alle stelle sulle notizie delle agitazioni libiche. I mercati azionari di tutto il mondo hanno subito un’arresto oggi.

Il dollaro è sceso 0,63 per cento contro l’euro, 0,72 per cento nei confronti dello yen giapponese e 1,08 per cento rispetto al franco svizzero (vedi grafico di una giornata media cambiamento di seguito).

Durante il giorno il dollaro ha continuato a diminuire. La valuta americana è sceso 0,14 per cento rispetto allo yen, 0,42 per cento contro l’euro, 0,44 per cento contro la sterlina inglese. Il dollaro guadagnato contro il Canada e Hong Kong v.

Ultimi articoli commentati

Ultimi articoli pubblicati


SpotLight

Collegati | Copyright 2010-2017 BorsaeFinanza.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655