Sei in Fondi

Fondi di Investimento 2013, ecco i consigli degli analisti

Investire o non investire? Questo è il problema soprattutto alla luce di una crisi economica che non molla la presa sul nostro Paese e non solo.

L’inizio del nuovo anno ha portato con sè anche un improvviso calo dello spread fra btp italiani e bund tedeschi ma la fiducia degli investitori non è ancora al 100% e a fare guadagni, al momento, sembrano essere gli scaltri trader.

Ma il “comune” investitore come può fare a tenersi in piedi? I fondi di investimento sembrano essere quelli a cui ancorarsi in quest’anno nonostante la crisi di una banca come MPS o l’arrivo delle elezioni politiche che potrebbero cambiare le cose e le prospettive.

Btp triennali, rendimento sotto il 2%?

Parliamo ancora di aste visto che il Tesoro ha programmato l’emissione di nuovi Buoni a media scadenza.

I nuovi Buoni arrivano dopo il successo della prima asta del 2013 che ha permesso il collocamento dei Bot annuali al rendimento minimo da inizio 2010 allo 0,864%. Oggi il Tesoro ha messo sul tavolo nuovi Btp a medio termine, in particolare con scadenza fissata a dicembre 2015 tra un minimo di 2,75 mld e un massimo di 3,5 mld con cedola annua del 2,75%.

Lo scorso 13 Dicembre, i Btp triennali assegnati erano di circa 3,496 mld al rendimento medio del 2,50% (minimo da ottobre 2010).  Al contrario, gli investitori che hanno acquistato i Buoni oggi si ritroveranno con un rendimento molto più basso, un rendimento che potrebbe addirittura scendere sotto il 2% (1,85% con molta probabilità), ai minimi dal  mese di maggio del 2010.

Fondo Esm, primo flop per il Fondo salva Euro

Primo flop per il nuovo Fondo salva Euro dell’Esm.

Il nuovo programma di finanziamento è stato lanciato ma non ben accolto dagli investitori e così, dopo la prima asta, il Fondo salva stati europeo permanente (Esm) ha raccolto quasi 2 miliardi di euro collocando titoli a tre mesi.

La prima “uscita pubblica” del fondo ha raccolto un rendimento negativo pari a -0,0324% con una domanda pari a 3,2 volte l’importo offerto. Prima dell’asta, l’Esm ha fatto sapere che questo nuovo programma andrà a sostituire le “vecchie” operazioni dell’Efsf.

Il CFO dell’Esm, intanto, grida alla “vittoria” dicendo che gli investitori hanno accettato bene il passaggio di consegne e che l’asta ne è la dimostrazione: ”L’asta ha mostrato l’interesse del mercato per i titoli dell’Esm” [...] “gli investitori abbiano perfettamente accettato il passaggio tra Esm e Efsf sul programma a breve termine”.

Ultimi articoli commentati

Ultimi articoli pubblicati


SpotLight

Collegati | Copyright 2010-2017 BorsaeFinanza.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655